Il gorgonzola

Il gorgonzola è un formaggio molto famoso, che viene presentato sulle tavole in diverse parti d’Italia. Il suo successo l’ha portato a raggiungere capillarmente la grande distribuzione commerciale, dove è possibile trovare alcune varietà di estremo interesse. Le origini di questo formaggio mettono radici in Lombardia: il riferimento regionale è sicuro, mentre sono controverse le teorie sul luogo preciso, che, grazie alla forza potente della tradizione, è ormai identificato per antonomasia con il paese di Gorgonzola, situato nella provincia settentrionale di Milano.
Il gorgonzola ha una lunga storia di titoli che ne certificano l’alta qualità, il più famoso dei quali risale al 1970, quando è stata ufficializzata la nascita del Consorzio atto alla tutela della sua produzione nei confini italiani, ma anche della sua commercializzazione all’estero, dove è tristemente possibile trovare diversi e poco felici tentativi di imitazione.
Il gorgonzola viene prodotto dal latte di mucca che subisce diversi processi di lavorazione (il primo consiste nell’essere scaldato a circa 30°C), fino ai veri e propri momenti topici dell’iter di nascita di questo formaggio, ossia la stagionatura e l’erborinatura. Parlare di stagionatura (che dura due mesi per quello dolce, e tre per il piccante) del gorgonzola significa aprire  un capitolo di gusto di grande raffinatezza, dove i grandi appassionati possono trovare pane per i loro denti, e sbizzarrirsi con l’abbinamento di vini, marmellate e mieli.
L’erborinatura è invece il processo al quale dobbiamo le caratteristiche venature blu del formaggio, che non sono altro che particolari formazioni di muffe: tutto questo diventa possibile grazie all’introduzione di particolari spore durante il processo di pastorizzazione, che rappresenta il terreno adatto per modificare il grado di acidità del latte, e ottenere così un prodotto caratterizzato da un sapore estremamente corposo, capace di svolgere un ruolo principe sulla tavola di tantissime persone.
Per quanto riguarda i vini, i migliori da abbinare con il gorgonzola sono caratterizzati da un sapore altrettanto importante, e possono essere scelti tra i classici delle etichette piemontesi, come il Barbera d’Asti e il Barbera d’Alba.