Caprino della Limina


Formaggio tipico della regione Calabria

Il Caprino della Limina è un formaggio a base di latte caprino intero crudo. Viene prodotto da novembre a luglio nel comprensorio del Parco dell’Aspromonte e nei comuni della Comunità Montana della Limina. Ha una forma cilindrica, con scalzo di 10-15 cm, verticale o leggermente convesso, e peso di 1-2 Kg. La crosta è gialla nel prodotto fresco e marrone scuro nel prodotto stagionato. Ha una pasta compatta, di colore bianco latte, dalla consistenza medio-morbida fino al 4 mese di stagionatura. Il sapore inizialmente neutro nel formaggio fresco diventa particolarmente aromatico in primavera. Al latte crudo precedentemente filtrato, viene aggiunto il caglio (già stemperato in poca acqua); si procede riscaldando il tutto in caldaia. Dopo circa 60 minuti, il coagulo viene rotto con l’aiuto dello spino. La massa, lasciata a riposo, tende a depositarsi sul fondo della caldaia; con le mani, si uniscono le particelle fino a ottenere un’unica sostanza. Una volta estratta, la cagliata viene inserita in canestri posti su un tavolo inclinato; le forme, pressate e rigirate manualmente con regolarità, vengono cosparse con una miscela d’olio d’oliva e aceto. La stagionatura varia da poche settimane a un anno.

Caprino della Limina: tipo di latte utilizzato

Per produrre il formaggio Caprino della Limina viene utilizzato latte Caprino.


Produttori di Caprino della Limina

Non sono presenti produttori di Caprino della Limina nel nostro database. Se sei un produttore e vuoi inserire qui una tua scheda contattaci a info@tipici.info


Commenti su Caprino della Limina