Treccia di Santa Croce di Magliano


Formaggio tipico della regione Molise

La Treccia di Santa Croce di Magliano è un formaggio a pasta filata preparato con latte vaccino. Ha la forma di un nastro intrecciato di colore bianco al momento della preparazione, ma dopo qualche giorno assume una tonalità giallognola. Al latte vaccino crudo si aggiunge il siero derivante dalla cagliata del giorno precedente. Si scalda il tutto in una caldaia d’acciaio a 40°C, poi si aggiunge il caglio. Dopo 30 minuti circa, la cagliata viene rotta con lo spino; segue un riposo di 5 minuti. La pasta viene raccolta manualmente e trasferita in un recipiente d’acciaio più piccolo. Il siero, portato a ebollizione, viene versato sulla pasta poco per volta fino a ricoprirla totalmente. Il composto resta a riposo per 3 ore, in modo che la pasta maturi. Poi la pasta viene tagliata in strisce sottili, con spessore di 0,5 cm, che vengono messe in una bacinella d’acciaio e ricoperte d’acqua bollente. Si amalgama il tutto con un cucchiaio di legno per ottenere un unico pezzo di pasta, che viene lavorato tenendolo nell’acqua calda. Si formano così dei fili tondi con diametro di 1 cm, da passare in acqua fredda per 10-15 minuti in modo che assumano consistenza. A questo punto i fili di pasta sono passati in un altro recipiente contente dell’acqua precedentemente salata, bollita e fatta raffreddare, dove restano per 20 minuti. Poi, i fili sono tolti dall’acqua, collocati su un tavolo coperto da una tovaglia di cotone e intrecciati fino a formare la tipica treccia. È possibile consumare il prodotto subito o dopo 6-7 giorni.

Treccia di Santa Croce di Magliano: tipo di latte utilizzato

Per produrre il formaggio Treccia di Santa Croce di Magliano viene utilizzato latte Vaccino.


Produttori di Treccia di Santa Croce di Magliano

Non sono presenti produttori di Treccia di Santa Croce di Magliano nel nostro database. Se sei un produttore e vuoi inserire qui una tua scheda contattaci a info@tipici.info


Commenti su Treccia di Santa Croce di Magliano