Brus (Bross)


Formaggio tipico della regione Piemonte

Il Bruss non è un vero e proprio formaggio, ma una sorta di pasta cremosa spalmabile ottenuta dagli avanzi di vari formaggi. Il colore va dal bianco avorio al paglierino. Nel Grande dizionario piemontese-italiano dei primi dell’Ottocento, il cavalier Vittorio di Sant’Albino lo definisce una 'specie di cacio fortissimo, fatto con altro cacio vecchio ed assai fermentato, impastato nell'acquavite, con burro e alcune droghe, che poi si chiude e si conserva in iscatolette'. Per prepararlo vengono messi in un recipiente di terracotta gli avanzi di diversi formaggi, si aggiunge della grappa, si mescola il tutto e si lascia fermentare a lungo. È sempre più raro trovare il Bruss tradizionale; in genere si trova un prodotto con un sapore meno intenso, a base di robiole, senza grappa (talvolta sostituita da vino bianco). Alcuni ritengono che il nome derivi dalla traduzione piemontese di 'bruciare'; tale può essere la sensazione al palato di chi assaggia un Bruss molto piccante. Troverete il Bruss nel menù di molti ristoranti, si tratta però di un prodotto tipico delle zone prealpine o dell’Alta Langa. È disponibile tutto l’anno, ma la stagione migliore resta la primavera o il tardo inverno. Se il gusto è intenso, è bene abbinarci un vino adeguato; tra i rossi ben si sposa con Nebbiolo, Barbera e Barolo, Molti intenditori lo abbinano a un moscato o a un passito. In Piemonte esiste un curioso detto: 'Mac l'amor a l'é pi fòrt che 'l bros', soltanto l'amore è più forte del Bruss.

Brus (Bross): tipo di latte utilizzato

Per produrre il formaggio Brus (Bross) viene utilizzato latte Ovino.


Produttori di Brus (Bross)

Non sono presenti produttori di Brus (Bross) nel nostro database. Se sei un produttore e vuoi inserire qui una tua scheda contattaci a info@tipici.info


Commenti su Brus (Bross)