Caprino presamico Piemontese


Formaggio tipico della regione Piemonte

Il Caprino Presamico Piemontese è prodotto in tutto l’arco alpino piemontese. Viene chiamato anche con nomi dialettali, come “Tumi ‘d Crava” o “Tumin ‘d Ciavra”, a seconda delle zone. È un formaggio fresco preparato con latte intero di capra, talvolta miscelato con latte vaccino e/o ovino in piccole quantità. Le forme pesano 200-300 grammi circa e hanno un diametro di 8-12 cm e uno scalzo di 3-6 cm. La lavorazione è di tipo presamico. Il latte viene portato a una temperatura di 30-35 °C (talvolta anche a 38 °C). La coagulazione avviene in 30-45 minuti con l’aggiunta di caglio. Si procede con la rottura del coagulo. La cagliata viene fatta riposare per 5-10 minuti, poi viene estratta e messa in forma. Segue la salatura a secco o in salamoia in rari casi; le forme vengono rigirate più volte. Il formaggio deve maturare per almeno 5-15 giorni. Può essere effettuata una stagionatura di massimo 50-60 giorni.

Caprino presamico Piemontese: tipo di latte utilizzato

Per produrre il formaggio Caprino presamico Piemontese viene utilizzato latte Caprino.


Produttori di Caprino presamico Piemontese

Non sono presenti produttori di Caprino presamico Piemontese nel nostro database. Se sei un produttore e vuoi inserire qui una tua scheda contattaci a info@tipici.info


Commenti su Caprino presamico Piemontese