Crescenza


Formaggio tipico della regione Emilia-Romagna

La Crescenza è un formaggio originario della Pianura Padana e in particolare della zona a sud di Milano, rinomata per la lavorazione dei formaggi molli. Il nome “crescenza” deriva probabilmente dal termine latino “carsenza” che significa focaccia: tenuto in ambiente caldo, il formaggio fermenta e si gonfia spaccandosi come fa il pane quando lievita. È un formaggio molle, a pasta cruda, preparato esclusivamente con latte vaccino intero pastorizzato. È prevista la salatura in salamoia e una maturazione di 5-6 giorni. Appartiene alla famiglia degli stracchini, formaggi che in passato venivano prodotti quando in autunno le vacche di ritorno dalle Alpi in pianura erano stanche, o “strach” in dialetto lombardo. La crescenza è un prodotto molto diffuso in tutta Italia, anche se ogni zona, in particolare al nord, ha la sua tipica variante. Si presenta con una forma priva di crosta con pasta di colore bianco omogenea e compatta, che fonde in bocca. Ha un gusto dolce e delicato e l’odore caratteristico del latte. Ha la forma di un parallelepipedo a base quadrata (con un lato di 16-20 cm), lo scalzo diritto (di 4-5 cm) e un peso medio di 1,8-2 Kg. È un formaggio da conservare in frigorifero e da consumare fresco entro pochi giorni. Si può differenziare la crescenza a pasta molle e cremosa prodotta nel periodo invernale e la crescenza a pasta sostenuta del periodo estivo. È un formaggio molto apprezzato al naturale per la sua caratteristica freschezza, ma è anche un ingrediente che ben si adatta a numerose ricette. La tradizione lombarda accosta la crescenza alle note dolci-piccanti della mostarda di Cremona come specialità tipica della vigilia di Natale.

Crescenza: tipo di latte utilizzato

Per produrre il formaggio Crescenza viene utilizzato latte Vaccino.


Produttori di Crescenza

Non sono presenti produttori di Crescenza nel nostro database. Se sei un produttore e vuoi inserire qui una tua scheda contattaci a info@tipici.info


Commenti su Crescenza