Tomino di Saronsella (Chivassotto)


Formaggio tipico della regione Piemonte

Il Tomino di Saronsella (Chivassotto) è un formaggio molle a pasta bianca. L’area di produzione comprende alcuni comuni collinari a destra del Po, nei pressi di Chivasso (TO): S. Sebastiano da Po, Casalborgone, Rivalba, Castagneto Po. Si presenta in forme del peso di 100 grammi circa con sottile crosta giallo-paglierina; il diametro è di 8 cm e lo scalzo di 2-2,5 cm. Il latte crudo intero del mattino, a volte miscelato con latte della mungitura serale parzialmente scremato per affioramento, viene addizionato di caglio liquido. Dopo 30 minuti si effettuano 4-6 rotture grossolane, da eseguire sempre più in profondità. A ogni rottura le fascere sono poste sopra la cagliata; dopo 5-10 minuti il siero viene eliminato con l’aiuto del mestolo. La cagliata viene poi estratta e trasferita nelle fascere; le forme sono rivoltate ogni 1-2 ore fino a sera. I formaggi sono lasciati a riposo durante la notte in un ambiente fresco; poi sono estratti dalle fascere e collocati su paglia di segale. Segue la salatura su una faccia; dopo 24 ore sono rivoltati su nuova paglia e salati sulla seconda faccia. Dopo altre 24 ore le forme sono lavate in acqua. Il prodotto, dopo l’asciugatura per 24 ore su teli (che può protrarsi anche per altri 4-7 giorni) è pronto per il consumo.

Tomino di Saronsella (Chivassotto): tipo di latte utilizzato

Per produrre il formaggio Tomino di Saronsella (Chivassotto) viene utilizzato latte Vaccino.


Produttori di Tomino di Saronsella (Chivassotto)

Non sono presenti produttori di Tomino di Saronsella (Chivassotto) nel nostro database. Se sei un produttore e vuoi inserire qui una tua scheda contattaci a info@tipici.info


Commenti su Tomino di Saronsella (Chivassotto)