Vastedda Palermitana


Formaggio tipico della regione Sicilia

La Vastedda Palermitana è un formaggio fresco a pasta filata prodotto nella provincia di Palermo e in alcuni comuni della provincia di Trapani. Si presenta in forme ovoidali più o meno spesse, con pasta color avorio; il peso è di circa 1 Kg. Si caratterizza per il gusto acidulo e fresco. La lavorazione è simile a quella del caciocavallo palermitano; la differenza riguarda la fase di filatura della pasta, durante la quale la massa viene modellata a mano in modo da ottenere una forma ovoidale detta “Vastedda”. Si prepara con latte intero vaccino crudo proveniente da animali allevati a pascolo naturale e coltivato, con integrazione di foraggi e concentrati in stalla. È un formaggio prodotto con metodi tradizionali, che prevodono l’utilizzo di attrezzature storiche. La coagulazione del latte avviene in una tina di legno a 35°C con l’aggiunta di caglio in pasta di agnello. La cagliata viene fatta spurgare in un recipiente di legno detto “cisca”; segue la cottura sotto scotta per circa 4 ore. A questo punto la massa viene trasferita sulla “cannara”, un graticcio di canne per la pressatura; la pasta viene poi appesa a un bastone di legno chiamato “appizzatuma” dove resta a spurgare. Il giorno successivo viene tagliata, messa in un apposito contenitore (“piddiaturi”) e filata con l’aiuto di un bastone di legno detto “vaciliatuma”. Viene modellata manualmente fino a ottenere la forma ovoidale; resta poi ad asciugare su un tavoliere di legno. Il giorno seguente viene salata in salamoia satura per circa 2-4 ore. Segue l’asciugatura; dopo 48 ore è pronta per il consumo.

Vastedda Palermitana: tipo di latte utilizzato

Per produrre il formaggio Vastedda Palermitana viene utilizzato latte Vaccino.


Produttori di Vastedda Palermitana

Non sono presenti produttori di Vastedda Palermitana nel nostro database. Se sei un produttore e vuoi inserire qui una tua scheda contattaci a info@tipici.info


Commenti su Vastedda Palermitana