Caprino a coagulazione lattica


Formaggio tipico della regione Lombardia

Il Caprino a Coagulazione Lattica è un formaggio a pasta fresca preparato con latte caprino a coagulazione lenta (detta “lattica”). Viene prodotto nell’area lariana. Talvolta sono aggiunti altri ingredienti come erbe, pepe e spezie varie. Ha la forma di un piccolo disco o a cilindro, con dimensioni variabili (diametro 7-9 cm, scalzo 3-5 cm; diametro 3-5, lunghezza 5-10 cm). Il peso è di 80-100 gr circa. È un formaggio senza crosta, con pasta bianca dalla consistenza molle e cremosa; talvolta sono presenti muffe. Ha un gusto dolce e delicato. È un prodotto intensamente aromatico, caratterizzato da un odore delicato, leggermente acidulo. Viene preparato esclusivamente con latte proveniente da capre locali. Il latte viene riscaldato con fuoco diretto di legna, gas o vapore; si ottiene una coagulazione naturale lenta, per 24 ore circa. La cagliata viene messa in tele o in appositi stampi, dove resta a sgocciolare a una temperatura di 20°. Segue la salatura manuale a secco. Il prodotto è da consumare fresco (3-4 giorni) o dopo qualche settimana.

Caprino a coagulazione lattica: tipo di latte utilizzato

Per produrre il formaggio Caprino a coagulazione lattica viene utilizzato latte Caprino.


Produttori di Caprino a coagulazione lattica

Non sono presenti produttori di Caprino a coagulazione lattica nel nostro database. Se sei un produttore e vuoi inserire qui una tua scheda contattaci a info@tipici.info


Commenti su Caprino a coagulazione lattica